de fr it

Claude deDortans

Attestato per la prima volta nel 1490, 1541, catt. Signore di Villard-Saint-Sauveur (Franca Contea). Figlio di Humbert, signore di Villard, scudiero di Gianluigi di Savoia, poi consigliere di Luigi XI, e di Marguerite de Vaugrigneuse. (1495) Antonie de Glérens (Bugey), che gli trasmise in particolare le signorie di Bercher e di L'Isle. Fu consigliere e ciambellano del duca di Savoia (1490), poi luogotenente del governatore di Vaud. Membro della confraternita del Cucchiaio, D. partecipò al blocco di Ginevra e difese la città di Yverdon all'epoca dell'invasione bernese (febbraio del 1536). Contrario alla resa, D. fu costretto a fuggire. Rese omaggio a Berna e pagò un riscatto di 200 scudi d'oro come signore di Bercher.

Riferimenti bibliografici

  • A. Rousset, Dictionnaire géographique, historique et statistique des communes de la Franche-Comté, 6, 1969, 213
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici Prima menzione 1490 ✝︎ 1541