de fr it

Marcello d'Aste

21.7.1657 Aversa (I), 11.6.1709 Bologna, di fam. nobile romana. Fu referendario della Segnatura (1682), arcivescovo titolare di Atene (1691), nunzio in Svizzera (1692-95), segr. della Congregazione del vescovo e dei regolari (1695), cardinale (1699), arcivescovo di Ancona (1700). Si oppose con successo sia alla Dieta grigionese, che voleva espellere i cappuccini, sia al prevosto del capitolo cattedrale e vicario generale Rudolf von Salis, contrario alla nomina di Ulrich von Federspiel a vescovo di Coira. Con il sostegno di A. il vescovo di Costanza, Marquard Rudolf von Rodt, riuscì a impedire che i prebendari ecclesiastici fossero soggetti a conferma annua da parte della Landsgemeinde, come invece pretendeva Uri. Nei negoziati per l'imposta sul clero, postulata da Lucerna nel 1691, si mostrò incline al compromesso.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso AFS
  • DBI, 4, 459 sg.
  • U. Fink, Die Luzerner Nuntiatur 1586-1873, 1997
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.7.1657 ✝︎ 11.6.1709

Suggerimento di citazione

Fink, Urban: "Aste, Marcello d'", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.10.2001(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/017881/2001-10-21/, consultato il 11.04.2021.