de fr it

FelicianoNinguarda

ca. 1524 Morbegno, 5.1.1595 Como, cattolico, di Bormio. Figlio di Marco, capitano al servizio di Milano. Dopo una formazione presso i conventi domenicani di Morbegno e Milano, nel 1549 entrò nell'ordine domenicano a Morbegno. Partecipò alle discussioni sulla riforma conventuale a Vienna (1556) e nel 1559 fu al servizio dell'arcivescovo di Salisburgo, di cui divenne procuratore nel Concilio di Trento. Delegato per la riforma dei conventi degli ordini mendicanti in Austria e in Boemia (1572), fu vescovo di Scala, presso Amalfi (1577-83), nunzio apostolico nella Germania meridionale (1578-83), vescovo di Sant'Agata dei Goti (Benevento, 1583-88) e vescovo di Como (1588-95). In qualità di nunzio apostolico nella Germania meridionale fu attivo soprattutto in Baviera, nel Tirolo, a Salisburgo e nella Stiria. Nel 1579, pressoché in concomitanza con la nunziatura di Giovanni Francesco Bonomi, ottenne il conferimento dei pieni poteri sui Paesi cattolici e sulla Rezia. Quale suddito delle Tre Leghe e buon conoscitore della situazione esistente nella diocesi di Coira, dal 1577 al 1580 tentò invano di convincere il vescovo Beatus a Porta a rientrare a Coira e a regolare la sua successione con la nomina dell'abate di San Gallo Joachim Opser a coadiutore con diritto di successione. In un primo tempo questa nomina segreta (1579), così come le trattative di Ninguarda con i Paesi cattolici e con rappresentanti delle Tre Leghe a Lucerna e Feldkirch, rimasero infruttuose. A Porta si dimise nel 1580 su pressione di Bonomi. Ninguarda impose inoltre le dimissioni dell'abate riformato Christoph Funk dal convento di Petershausen presso Costanza e promosse l'alleanza dei Paesi cattolici con il principe vescovo di Basilea. Nel 1586 la sua elezione a nunzio regolare a Lucerna fu a malapena presa in considerazione. In qualità di vescovo di Como visitò le parrocchie della Valtellina (1589, 1593) e quelle delle terre ticinesi (1591). Ninguarda rappresentò l'immagine ideale del vescovo riformatore in sintonia con lo spirito tridentino.

Riferimenti bibliografici

  • HS, I/1, 43; I/6, 189 sg.
  • G. Perotti, S. Xeres (a cura di), F. Ninguarda riformatore cattolico, 1999 (con elenco delle op. e bibl.)
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1524 ca. ✝︎ 5.1.1595