de fr it

FridolinMarti

ca. 1600 Niederurnen, 10.8.1679 Näfels, catt., di Niederurnen. Figlio di Balthasar, vessillifero. 1) (1629) Dorothea Stucki, figlia di Ulrich, Consigliere di Oberurnen; 2) (dopo il 1640) Anna Müller, figlia di Simon, capitano generale. In origine rif., M. abbracciò la fede catt. probabilmente in seguito al primo matrimonio e nel 1657 acquistò la cittadinanza di Näfels (Tagwenrecht). Panettiere, fu usciere cant. (1633), inviato nei territori controllati a sud delle Alpi (1636), balivo a Locarno (1638) e Lugano (1642) e Vicelandamano (1661). Durante il suo mandato di Landamano di Glarona (1664) M. incontrò forte resistenza per l'atteggiamento amichevole tenuto nei confronti dei rif. nell'ambito dell'affare di Wigoltingen e fu condannato dalla Landsgemeinde al pagamento di una multa con l'accusa di essersi appropriato del denaro delle pensioni. Nel 1673 fu balivo nel Freiamt.

Riferimenti bibliografici

  • Genealogie GL
  • J. J. Kubly-Müller, «Die Landammänner von Glarus 1242-1928», in JbGL, 46, 1932, 103-107

Suggerimento di citazione

Marti-Weissenbach, Karin: "Marti, Fridolin", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.08.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018010/2008-08-25/, consultato il 05.12.2020.