de fr it

BalthasarHützschin

ca. 1430 Basilea, tra il 1481 e il 1484 a Basilea, di Basilea. Figlio di Hans, di Thann (Alsazia), e di Greda Swab. una Anna. Negli anni 1437-58 (e cioè fino alla sua entrata nella corporazione dell'Orso) fu posto sotto la tutela di suo fratello maggiore Claus, poi di Burkhard Besserer e dal 1444 di Hans Zscheckenbürlin. Nel 1464 comprò per 600 fiorini la casa Zum Rebstock (Sporengasse 13), dove visse fino alla morte e lavorò come orafo. Come maestro fu membro del Gran Consiglio (1463-73) e del Piccolo Consiglio (dal 1469). Fu poi saggiatore della zecca di fiorini d'oro di Basilea (al più tardi dal 1472). Dal 1474 detenne il cambio pubblico di Basilea assieme a Mathis Eberler, detto Grünenzweig. Accusato di truffa e arrestato (1474), lasciò la città nel 1475, ma venne reintegrato dal Consiglio di Basilea nella sua precedente funzione ancora nello stesso anno. Nel 1480 fu tra i delegati del Consiglio che conclusero un concordato monetario con Friburgo in Brisgovia, Colmar e Breisach. Menz. per l'ultima volta nel 1481, nel 1484 risultava morto. Fu uno degli orefici di maggior talento della Basilea del XV sec., con uno stile vicino a quello che caratterizza le incisioni del maestro E.S. Fra le sue opere vi è anche un sigillo su cui è raffigurata una donna che regge uno scudo, oggi conservato presso l'Archivio di Stato di Basilea Città.

Riferimenti bibliografici

  • E. Major, «Das Siegel des Basler Goldschmieds B. Hützschin», in Aar.S, 18, 1904, 89-93
  • SKL, 2, 101 sg.
Scheda informativa
Variante/i
Balthasar Hütschi
Dati biografici ∗︎ ca. 1430 ✝︎ tra il 1481 e il 1484