de fr it

Hans vonArx

nell'ultimo quarto del XV sec. probabilmente a Lucerna, 1531/32 ca. Lucerna. Menz. dal 1522 come cittadino di Lucerna, dove fu probabilmente allievo del cosiddetto Maestro della Pietà. Il suo capolavoro è la pala d'altare Mantzet, dal nome del donatore Philipp von Mantzet, datata 1513 e firmata vHA (oggi in una collezione privata a Basilea). Gli sono inoltre stati attribuiti la pala del martirio a Stans, un affresco nell'antica casa Sautier a Lucerna (1512) e la pala d'altare a Sempach-Kirchbühl (1515); è controverso, invece, il suo eventuale contributo all'illustrazione della cronaca lucernese di Diebold Schilling del 1511-13. Con il suo "stile lanzichenecco", in parte influenzato da Albrecht Dürer, A. è considerato uno degli artisti di spicco nella Svizzera centrale dell'inizio del XVI sec.; in particolare i suoi paesaggi testimoniano una grande abilità.

Riferimenti bibliografici

  • A. A. Schmid (a cura di), Die Luzerner Chronik des Diebold Schilling 1513, vol. di commento, 1981, 679-707
  • AKL, 5, 357
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Variante/i
Schleggel (soprannome)
Dati biografici ∗︎ nell'ultimo quarto del XV sec. ✝︎  ca. 1531/32