de fr it

Jean deBrogny

ca. 1342 Brogny presso Annecy, 15.2.1426 Roma. Figlio di Mermet, contadino agiato. Studiò ad Avignone; conseguì il dottorato in diritto civile (1379). Fu autore di un Breviarium juris. Vicario dell'arcivescovo di Vienne a Romans (Delfinato), nel 1378 era solo camerario, confidente, cappellano dell'antipapa Clemente VII, e parroco di Naters (?-1379). Dal 1378 gli vennero assegnati diversi canonicati, tra cui uno a Losanna (1380), ai quali rinunciò quando venne nominato vescovo di Viviers (Vivrais; 1382). Dal 1381 al 1387 fece parte della dataria. Cardinale sacerdote di S. Anastasia a Roma (1385), accumulò benefici, prepositure, arcidiaconati di una quarantina di priorati - tra cui quello di Val d'Illiez (prima del 1388) e di Saint-Pierre-de-Clages (processo nel 1392) - spec. rurali e che cedette spesso in cambio di rendite. Dal 1389 al 1391 fu reggente della penitenzieria; nel 1391 venne incaricato della cancelleria, funzione confermata solo nel 1394 e che conservò fino alla morte. Fu cardinale vescovo di Ostia e dal 1405 decano del Sacro Collegio. Nel 1409 ruppe con Benedetto XIII favorendo la partecipazione della curia di Avignone al Concilio di Pisa, convocato per ricomporre lo scisma. Amministrò a distanza le diocesi di Arles (1410-23) e di Ginevra (1423-26); in quest'ultima venne nominato dal papa, dopo che il capitolo non era riuscito ad accordarsi su un unico candidato. Presiedette il Concilio di Costanza (1415-17) e ottenne voti nel conclave del 1417. Diresse la cancelleria per 35 anni e assieme al connazionale François de Conzié (responsabile della Camera apostolica dal 1383 al 1432) fu uno dei principali fautori del mantenimento della Santa Sede e della sua amministrazione durante il Grande scisma d'Occidente. Diede vita a numerose fondazioni, tra cui nel 1406 la cappella collegiale dei Maccabei a Ginevra (dove venne sepolto nel 1428), un convento di domenicani a Annecy (1422) e il collegio S. Nicola di Avignone (1424), al quale destinò la propria biblioteca.

Riferimenti bibliografici

  • HS, I/3, 98-101
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Logoz, Roger-Charles: "Brogny, Jean de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.10.2004(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018419/2004-10-15/, consultato il 29.09.2020.