de fr it

Jacques deMenthonay

Menz. la prima volta nel 1363, 16.5.1391 Avignone (nella cattedrale). Figlio di Girard de M., cavaliere, la cui fam. risiedeva nella fortezza di Truchet nei pressi di Menthonnex-en-Bornes (Savoia), in seguito abbandonata. Conseguì il dottorato utriusque iuris. Titolare di vari canonicati, tra cui quelli di Ginevra (1374) e Parigi (1378), fece parte del seguito di Roberto di Ginevra in occasione della sua elezione al soglio pontificio (Clemente VII) il 20.9.1378 a Fondi (regno di Napoli). Fu ciambellano del papa e, dal 1385 al 1391, vicecancelliere della Chiesa romana e capo della cancelleria pontificia. Attestato quale cardinale attorno al 1387, dal 1380 fu tutore dei figli di suo fratello Aymon (defunto), tra i quali sostenne soprattutto Guillaume (->).

Riferimenti bibliografici

  • R. C. Logoz, «Quelques carrières d'ecclésiastiques à la fin du XIVe siècle», in RHV, 1971, 13-17
  • R. C. Logoz, Clément VII (Robert de Genève), 1974
  • HS, I/3, 31, 99, 151
Link
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1363 ✝︎ 16.5.1391

Suggerimento di citazione

Wildermann, Ansgar: "Menthonay, Jacques de", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.10.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018420/2008-10-24/, consultato il 07.05.2021.