de fr it

Ermenfroi

Attestato dal 6.11.1041, 11.12.1087/90 (?) . Imparentato probabilmente con la fam. dei conti di Moriana-Savoia. Forse ricevette la sua educazione a Besançon. In un atto del 1072 figura come canonico di Saint-Maurice d'Agaune. E. fu alternativamente cancelliere (fra il 1041 e il 1054) e arcidiacono (fra il 1046 e il 1066) di Hugues de Salins, arcivescovo di Besançon. Eletto vescovo di Sion dopo il 13.7.1054/55, rimase in carica fino alla morte. Fra il 1055 e il 1072 fu più volte legato pontificio e prese parte a controversie delicate. Dopo un cambiamento repentino sul piano politico, dal 1071 sostenne l'imperatore Enrico IV, che lo nominò cancelliere di Borgogna (1082-87). Il nome di E. è legato allo sviluppo in Vallese del culto di Teodulo, con il quale legittimava il suo doppio potere, temporale e spirituale, sulla diocesi di Sion.

Riferimenti bibliografici

  • HS, I/5, 149-151