de fr it

Guarinosanto

ca. 1065 Mousson (oggi Pont-à-Mousson, Lorena), 27.8.1150 Aulps (Alta Savoia). Di origine nobile. Verso il 1085 è menz. come monaco del convento benedettino di Molesme (Borgogna). Attratto dalla vita eremitica, lasciò l'abbazia nel 1094 con altri compagni e fondò, quale filiale di Molesme, Nostra Signora delle Alpi o d'Aulps, nello Chablais. Divenuto abate di questo monastero (1113-38), ottenne da papa Callisto II la sua indipendenza da Molesme (1120) e l'affiliò a Cîteaux (1136, filiazione di Chiaravalle). Bernardo di Chiaravalle lodò lo zelo riformatore di G., che nel 1138 fu eletto vescovo di Sion. Intervenne nel conflitto tra l'abbazia di Saint-Maurice e i signori di Allinges, restituendo più tardi la chiesa di Aigle al monastero. Ottenne nel 1143 da Amedeo III di Savoia la restituzione delle curtes di Leuk e Naters, precedentemente appartenute all'abbazia, alla chiesa di Sion. Chiamato anche Garin, Guerinus e Warinus, è venerato come santo.

Riferimenti bibliografici

  • A. Dimier, «Saint Guérin, abbé d'Aulps et évêque de Sion», in Mélanges à la mémoire du père Anselme Dimer, 1, parte 2, 1987, 689-692
  • HS, I/5, 153 sg.