de fr it

PierreChapuiset

Cit. dal 1450, al più tardi nel 1480 a Yverdon. Per firmare le sue opere adottò come emblema un'ascia da carpentiere (chapuis in dialetto locale). Forse padre di François, anch'egli pittore di Yverdon (1501-02). C. lavorò a Yverdon e nei dintorni (sicuramente fra il 1450 e il 1475), occupandosi in particolare del restauro o dell'esecuzione di opere figurative. Il solo dipinto attribuitogli e datato correttamente (1470) è il Cristo-Eucaristia (in seguito trasformato in S. Barbara da un restauratore) che sovrasta il tabernacolo murale della cappella settentrionale della chiesa di S. Giovanni a Grandson, ultima testimonianza di un'iconografia imposta a tutte le chiese della diocesi di Losanna in occasione della visita pastorale del 1453.

Riferimenti bibliografici

  • ACom Yverdon e Grandson
  • M. Grandjean, «Le Christ-Eucharistie de l'église de Grandson, œuvre de P. Chapuiset, peintre d'Yverdon», in NMS, 22, 1971, 99-103 (con bibl.)
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1450 ✝︎ al più tardi nel 1480

Suggerimento di citazione

Grandjean, Marcel: "Chapuiset, Pierre", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.11.2003(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018512/2003-11-11/, consultato il 18.01.2021.