de fr it

Pierre d'Arras

Menz. nel 1217 come testimone della concessione in affitto di una casa all'orafo Vuibertus da parte del capitolo cattedrale di Losanna. Sulla base della loro datazione e dello stile che le contraddistingue, ispirato a opere coeve della Francia settentrionale, si suppone che le vetrate del rosone situato nel transetto sud della cattedrale di Losanna siano state realizzate da A., originario della Piccardia, che le avrebbe ultimate probabilmente nel 1232. Nel 1235 P. Eliot ricevette l'autorizzazione ad installare uno scriptorium nel laboratorio in cui A. aveva eseguito le vetrate, situato di fronte alla chiesa.

Riferimenti bibliografici

  • C. Roth (a cura di), Cartulaire du Chapitre de Notre-Dame de Lausanne, 1948, 504, 703
  • E. J. Beer, «Les vitraux du Moyen Age de la cathédrale», in La cathédrale de Lausanne, 1975, 245-255
  • A. M. Hilton, «La rose de la cathédrale de Lausanne», in RSAA, 46, 1989, 251-269
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1217 Ultima menzione 1235