de fr it

Jean de l'Isle

Menz. dal 1437/38, tra il 1474 e il 1477, di Payerne. Figlio di Jean, muratore. Fu capomastro del duca di Savoia (1463-64) e di Giacomo di Savoia, conte di Romont (dal 1465). Nel 1447 fu incaricato di edificare il coro della chiesa di Nostra Signora di Romont (FR). Molto attivo nella parte settentrionale dell'antico Paese di Vaud, spec. nella Broye, lavorò a edifici militari, civili e soprattutto religiosi, fra l'altro a Montagny (1449) e a Estavayer-le-Lac (1442 e 1453-57). Gli vengono inoltre attribuiti interventi a Treytorrens, Payerne, Granges-près-Marnand e Moudon. Dal 1463 lavorò con il figlio Claude, che visse a Romont dal 1498 al 1518 e fu capomastro durante la costruzione della cappella di S. Caterina a Morat.

Riferimenti bibliografici

  • M. Grandjean, «Reconstructions à la fin de l'époque gothique», in Patrimoine fribourgeois, 6, 1996, 24 sg., 31-34
  • M. Grandjean, «L'architecture religieuse», in Les pays romands au Moyen Age, a cura di A. Paravicini Bagliani et al., 1997, 478
Scheda informativa
Variante/i
Jean Delisle
Dati biografici Prima menzione 1437/38 ✝︎ tra il 1474 e il 1477