de fr it

BernardinoDe' Conti

ca. 1470 Castelseprio (Varese), attestato dal 1494 al 1522 . Figlio di Baldassarre, pittore. Iniziò la carriera artistica presso la corte sforzesca, dove si distinse quale ritrattista, con il ritratto di Francesco Sforza (1496). Sotto l'influsso del pittore ducale Giovanni Ambrogio De Predis, si accostò all'insegnamento di Leonardo da Vinci. Con l'avvento del dominio francese su Milano (1499) continuò l'attività di ritrattista al servizio dell'aristocrazia francese e locale. Evidentemente ispirate a Leonardo sono le sue opere di soggetto religioso: la pala di S. Pietro in Gessate a Milano (1494), l'Annunciazione per l'altare Rusca, presso il santuario della Madonna del Sasso sopra Locarno (ca. 1502), la Madonna col Bambino e S. Giovannino, eseguita a Milano, Brera e replicata a Potsdam; quest'ultima, distrutta nel 1945, recava la data del 1522 e fu l'ultima opera nota del pittore, che si suppone morto poco dopo.

Riferimenti bibliografici

  • M. T. Fiorio, «Per il ritratto lombardo: B. De' Conti», in Arte Lombarda, 1983
  • DBI, 28, 373-376
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎  ca. 1470 Ultima menzione 1522