de fr it

PéronetGrivet

Attestato dal 1410 al 1447, prima del 1461, cittadino di Ginevra dal 1417. Membro della confraternita dell'Eucaristia di Cristo, nel 1424 partecipò all'elaborazione e all'applicazione di un regolamento per la produzione dell'argenteria a Ginevra e per la creazione di un nuovo sigillo com. Come molti orafi, risiedeva nelle rues Basses; sua figlia Bertholette, moglie di Jean de Moyrone, dopo la morte del padre ospitò nella casa di quest'ultimo un doratore (Besquesy), che forse era stato suo collaboratore. G., specializzato nella lavorazione del vermeil, confezionò oggetti di lusso destinati alla corte di Savoia (gioielli, fermagli per libri, statuette, coppe e bicchieri) e opere religiose (teca dell'ostia in argento realizzata nel 1441 per la città di Nyon).

Riferimenti bibliografici

  • W. Deonna, Les arts à Genève, 1942, 220
  • A. Page, Vêtir le prince, 1993, 193
Scheda informativa
Variante/i
Péronet Gruet
Dati biografici Prima menzione 1410 ✝︎ prima del 1461