de fr it

HansRinischer

Menz. dal 1512 a Raron, prima del giugno 1530, della Germania meridionale o della Svizzera ted., cittadino di Sion (1524). Elsa Zemberg. Fu autore di pitture murali e di pale d'altare (in legno). Le opere conservate di R. comprendono pitture murali e decorazioni di volte in particolare a Raron, Sion (chiesa di S. Teodulo e casa Supersaxo), Leuk (città), Naters, Ernen, Vercorin, Sierre e Sankt German (com. Raron), come pure le ante d'altare delle chiese di Glis, Hérémence (conservate a Sion), Wiler (Blitzingen, nel Museo nazionale sviz.), Leuk (città), Vercorin e Mollens (VS). Altre ante provenienti dal Vallese si trovano nella cappella di La Béroche a Gorgier. R. si ispirò in parte a incisioni di Martin Schongauer e Albrecht Dürer, rimanendo fedele alla tradizione gotica.

Riferimenti bibliografici

  • G. Cassina, T.-A. Hermanès, La peinture murale à Sion du Moyen Age au XVIIIe siècle, 1978, 10-13, 88-95
  • A. Besse, G. Cassina, «Rinischer et Vercorin», in Vercorin, 2002, 141-168
Link
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1512 ✝︎ prima del giugno 1530

Suggerimento di citazione

Cassina, Gaëtan: "Rinischer, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.03.2017(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018617/2017-03-13/, consultato il 18.04.2021.