de fr it

Ratger

Menz. la prima volta nel 798 nel registro dei professi dell'abbazia di San Gallo come Ratgaer. Attestato come sagrestano (817-827 e 829/830), nell'833 fu forse fra i testimoni del convento. Secondo Ermenrich von Ellwangen (Codex Sangallensis, 265) R. partecipò come architetto capo, con i conventuali Winihart e Isenrich, alla costruzione della nuova chiesa abbaziale di San Gallo sotto l'abate Gozbert (ca. 830-837). L'edificio carolingio, che differisce dal progetto dell'abbazia concepito verso l'820, si conservò nelle sue parti essenziali fino all'edificazione della cattedrale barocca (dal 1755).

Riferimenti bibliografici

  • MAS SG, 3, 1961, 29
  • P. Ochsenbein (a cura di), Das Kloster St. Gallen im Mittelalter, 1999, 167
  • R. Schaab, Mönch in Sankt Gallen, 2003, 64, 71
Link
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 798

Suggerimento di citazione

Oberli, Matthias: "Ratger", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.07.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/018626/2010-07-28/, consultato il 07.12.2021.