de fr it

JakobWildermut

Menz. la prima volta in un registro della città di Bienne del 1501-07, ca. 1540 Neuchâtel, al più tardi dal 1508 di Neuchâtel. Verso il 1500 si stabilì a Neuchâtel, dove fu attivo come pittore su vetro fino al 1540 ca. Tra le sue opere figurano diverse vetrate per l'antico palazzo com. di Neuchâtel (1514), il primo rosone della collegiata di Nostra Signora con gli stemmi dei cant. sovrani (1520-21), quattro vetri blasonati per la chiesa di Ligerz (1523) e uno stemma della città di Bienne per la chiesa di Arch (1534). Tra il 1533 e il 1539, secondo i libri contabili del tesoriere di Neuchâtel, W. ricevette varie committenze per pitture su vetro. Partecipò inoltre alla campagna di Pavia (1513) e fece parte del contingente inviato nel Württemberg (1518-19). Sostenitore della Riforma a Neuchâtel, si recò con i Bernesi e i Friburghesi a Ginevra (1530) e prese parte alla spedizione di un corpo franco contro la Savoia a Ginevra (1535).

Riferimenti bibliografici

  • SKL, 3, 500 sg.
  • MAS NE, 1, 1955, 78
  • W. e M. Bourquin, Biel, stadtgeschichtliches Lexikon, 1999, 489 sg.
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1501-07 ✝︎ ca. 1540