de fr it

JakobHess

Menz. la prima volta nel 1522, l'ultima nel 1547, rif., di Appenzello (Rhode di Schlatt, dal 1541 forse Rhode di Lehn). Chiamato anche Jag H. Attestato come funzionario alla registrazione delle imposte (1522, 1524-25 e 1527), fu cancelliere cant. (1529-42), Consigliere (1538) e capitano di Rhode (1548). Fu spesso attivo quale mediatore, così a San Gallo per l'aumento del dazio sulle tele (1531), per diritti di taglio nel bosco di Steinegg (AI, 1538), ancora per diritti di taglio a Urnäsch (1539) e per liti di confine con il Toggenburgo (in particolare in occasione dell'affare Bücheler o del vessillo del 1538). Fu tra i capi della Riforma in Appenzello.

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 128
  • R. Fischer, Die Gründung der Schweizer Kapuzinerprovinz 1581-1589, 1955, 98
  • F. Stark, Die Glaubensspaltung im Lande Appenzell bis zur Badener Disputation 1526, 1955, 53
  • AppGesch., 1, 437
  • H. Bischofberger, Rechtsarchäologie und rechtliche Volkskunde des eidgenössischen Standes Appenzell Innerrhoden, 1999, 40, 117