de fr it

OtmarKurtz

Menz. la prima volta nel 1535, l'ultima nel 1570, probabilmente rif. Fu membro del tribunale dei giurati (1541), membro del Piccolo Consiglio quale rappresentante della Rhode di Schlatt (1546, 1553-59, 1562-65), Landamano di Appenzello (1547-53, 1560-62, 1566-68) ed ex Landamano (1553, 1558, 1565, 1570). Spesso inviato alla Dieta (ca. 30 volte tra il 1547 e il 1567), ricoprì sovente il ruolo di mediatore tra i cant. conf. oltre che tra Appenzello e San Gallo. Nel 1567 venne eletto in una commissione incaricata della revisione totale del Codice cant. (Landbuch). Avogadro del convento di Wonnenstein, di cui vendette la proprietà di maggior pregio, nel 1567 versò un contributo in denaro per la realizzazione di un affresco di Caspar Hagenbuch nella grande sala del palazzo com. di Appenzello, in cui si fece ritrarre come donatore. I suoi lunghi mandati e la sua funzione di mediatore lasciano presumere che fosse molto stimato.

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 187
  • R. Fischer, Die Gründung der Schweizer Kapuzinerprovinz, 1581-1589, 1955, 101
  • AppGesch., 1
  • MAS AI, 1984, 299, 539
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1535 Ultima menzione 1570