de fr it

HermannSchwendiner

Menz. la prima volta nel 1472, l'ultima nel 1502, di Appenzello (Rhode di Schwende). Attestato quale Consigliere (1472, 1475 e 1486) e Landamano (1486, 1487-90) nel Paese di Appenzello, per quest'ultimo fu esattore delle decime (1484, responsabile della riscossione dei tributi dell'abbazia di San Gallo) e balivo nel Rheintal (1478). Fu uno dei capi del sacco del convento di Rorschach (1489). Dopo la sconfitta nella guerra di San Gallo (1490) e le dure condizioni che i cant. protettori imposero tra l'altro agli Appenzellesi, fu accusato di aver mal informato la Landsgemeinde abusando della sua fiducia. Fu bandito dalla Conf. e i suoi beni vennero confiscati. Dal 1492 si appellò alla Camera imperiale per ottenerne la restituzione. Dopo un lungo soggiorno a Lindau sul lago di Costanza fu autorizzato a rimpatriare (1498). Nel 1502 la Dieta fed. gli chiese di non importunare più gli Appenzellesi con questioni giur., ma ancora nel 1516 il suo patrimonio era oggetto di discussioni.

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 310
  • AppGesch., 1, 264-284
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1472 Ultima menzione 1502