de fr it

DietrichIn der Halden

nel 1512, nel 1583 . Figlio di Konrad. 1) Barbara Imhof (?); 2) Dorothea Moser. Fu allievo di Glareano all'Univ. di Basilea (1524). Capitano, poi colonnello al servizio della Francia, prese parte alle battaglie di Ceresole (Piemonte) e di Renty (Artois). Fu balivo della Riviera (1536-38), commissario a Bellinzona (1538-40), membro del Consiglio di Svitto, delegato a Rottweil (1540) e a Parigi (1548) per il rinnovo dell'alleanza con la Francia, numerose volte inviato alla Dieta fed. (1543-76) e Landamano di Svitto (1544-47, 1549-52, 1556-57, 1558-60 e 1572-74). Enrico II, re di Francia, lo elevò al rango di cavaliere. A più riprese appose il suo sigillo su contratti di rendita fondiaria. A Svitto fu proprietario della tenuta di Brüel, dell'area che comprende la casa Bethlehem e di diversi alpeggi sulle pendici dei Mythen. Fu l'ultimo membro della fam.

Riferimenti bibliografici

  • K. Styger, «Ritter D. in der Halten», in MHVS, 1, 1882, 1-55
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF