de fr it

Johann BalthasarKeller

Ritratto del commissario generale delle fonderie di Francia. Olio su tela di Hyacinthe Rigaud, 1695 ca. (Museo nazionale svizzero, deposito della Fondazione Gottfried Keller, DEP-2935).
Ritratto del commissario generale delle fonderie di Francia. Olio su tela di Hyacinthe Rigaud, 1695 ca. (Museo nazionale svizzero, deposito della Fondazione Gottfried Keller, DEP-2935). […]

16.3.1638 Zurigo, 1702 Parigi, rif., di Zurigo. Figlio di Johann Balthasar K.-Wetzel, balivo a Laufen. Fratello di Johann Jakob (->). (1682) Suzanne de Boubers, figlia di Daniel, visconte di Benâtre e Boismont. Dopo l'apprendistato, presumibilmente presso la fonderia Füssli a Zurigo, raggiunse il fratello a Parigi ed entrò al servizio di re Luigi XIV. I due fratelli (les Kellers) assunsero la gestione dell'arsenale (1666), dove si occuparono spec. della fusione dei cannoni. Nel 1669 furono incaricati di allestire le fonderie di Douai (Artois), Besançon, Pinerolo (Piemonte) e Brisgau (Alsazia, oggi Breisach, D) e nel 1674 tornarono a Parigi. Sulla base di modelli forniti da vari scultori, tra il 1683 e il 1689 K. eseguì statue in metallo per le terrazze dei giardini di Versailles. Nel 1693 riuscì a fondere in un'unica colata la statua equestre di Luigi XIV, creata da François Girardon: questo successo gli valse la nomina a commissario generale delle fonderie di Francia. Insieme al fratello fu però più tardi vittima di intrighi e fallimenti. Fece parte della Konstaffel di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • SKL, 2, 152 sg.
  • A. Magnien, «Les bronzes "Keller"», in Bulletin de la Société de l'histoire de l'art français, 1996, 37-63
  • P. Cros, «Bronzes français du Grand Siècle», in L'estampille - L'objet d'art, 2000, n. 344, 50-57
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 16.3.1638 ✝︎ 1702