de fr it

BernhardMeyerzum Pfeil

nel 1488, nel 1558 a Basilea, dal 1529 rif., di Basilea. Figlio di Niclaus, cancelliere del Consiglio. Fratello di Adelberg (->). 1) Helena Bär, figlia di Hans, maestro della corporazione dello Zafferano; 2) Maria Wölflin, figlia di Wilhelm, mercante di panni. Cambiavalute e mercante di panni, dal 1530 al 1548 rappresentò la corporazione della Chiave nel Piccolo Consiglio di Basilea e nel Consiglio dei Tredici (Consiglio segreto). Borgomastro di Basilea (1548-58), ricoprì cariche di rilievo in ambito finanziario ed economico: fece tra l'altro parte del Collegio dei Tre (controllo delle finanze), del Collegio dei Sette (finanze) e divenne saggiatore della zecca di fiorini d'oro di Basilea. Fu inoltre membro del tribunale cittadino, del tribunale dei Cinque (costruzioni) e del tribunale d'appello. In ambito militare fu capitano e alfiere. Figura di spicco della politica estera di Basilea, per conto della città prese parte a 190 missioni nella Conf. e nelle regioni circostanti.

Riferimenti bibliografici

  • «Die Familienchronik der Meyer zum Pfeil, 1533-1656», in Basler Chroniken, a cura di A. Bernoulli, 6, 1902, 379-422
  • H. Füglister, Handwerksregiment, 1981
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF