de fr it

NiklausMurer

Menz. la prima volta nel 1404, 1433 Basilea, di Basilea. Figlio di Heinrich, mercante di panni. Ursula von Laufen. Consigliere per la corporazione della Chiave (1405-22) e capo delle corporazioni cittadine (1414 e 1416), nel 1423 ottenne il diritto di infeudazione (Achtburger). Ebbe strette relazioni con il convento basilese di Steinenkloster; nel 1423 fu uno dei delegati del Consiglio per la riforma del convento, di cui nel 1427 divenne amministratore. Nel 1413 entrò a far parte della servitù di corte dell'imperatore Sigismondo. Con altri rappresentanti di fam. del ceto dirigente basilese titolari del diritto di infeudazione, nel 1414 prese parte alla lotta contro le corporazioni e si trasferì provvisoriamente a Rheinfelden, rinunciando alla cittadinanza. Nel 1415 fu inviato della città di Basilea presso il duca Federico IV d'Austria e l'antipapa Giovanni XXIII a Friburgo in Brisgovia; fu inoltre delegato al Concilio di Costanza (1414-18).

Riferimenti bibliografici

  • R. Wackernagel, «Die Junker Murer von Basel», in Aar.S, 16, 1902, fasc. 2, 48-64
  • J. Kindler von Knobloch (a cura di), Oberbadisches Geschlechterbuch, 3, 1919, 181
Link

Suggerimento di citazione

Notter, Benno: "Murer, Niklaus", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 02.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/019260/2009-07-02/, consultato il 25.07.2021.