de fr it

Jean-JacquesVaucher

16.1.1734 Fleurier (oggi com. Val-de-Travers), 30.1.1810 Ginevra, rif., di Fleurier e, dal 1772, di Ginevra. Figlio di Balthasar, scalpellino, e di Suzanne-Marie Clerc. (1756) Charlotte Faton, figlia di Jacob, muratore. Capomastro (1758), partecipò con altri muratori (Pierre-David Matthey, Hans-Ulrich Heldt, Jean-Henri Meuron) a numerosi cantieri di Ginevra (tempio luterano, rue Beauregard, caserma della Treille). Subentrò a Jean-Louis Bovet nella direzione dei lavori al castello di Crans-près-Céligny e costruì la villa Diodati a Vernier (oggi palazzo com.) e la residenza signorile Les Grands-Châtillons a Les Eaux-Vives (poi trasferita a Genthod).

Riferimenti bibliografici

  • L. El-Wakil, «L'église luthérienne», in Revue du vieux Genève, 18, 1988, 93-103
  • M. Fontannaz, M. Bory, «Le château de Crans, une œuvre genevoise?», in Genava, n.s., 37, 1989, 59-115
  • C. Amsler, Maisons de campagne genevoises du XVIIIe siècle, 2 voll., 1999-2001
  • MAS GE, 3, 2010
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ≈︎ 16.1.1734 ✝︎ 30.1.1810

Suggerimento di citazione

Winiger-Labuda, Anastazja: "Vaucher, Jean-Jacques", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 20.04.2012(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/019359/2012-04-20/, consultato il 19.10.2020.