de fr it

Jean-MichelBillon

21.10.1705 Ginevra, 9.9.1778 Ginevra, rif., natif di Ginevra, ammesso alla cittadinanza nel 1763. Figlio di Jean-David, impresario originario di Morges, dal 1697 habitant di Ginevra. Abiatico di Pierre (->). Madeleine Allaret, figlia di Pierre, rosticciere di origine borghese. Si formò sui cantieri del padre, completando le nozioni teoriche attraverso la lettura di libri di architettura della sua ricca biblioteca e i contatti con esperti ginevrini e stranieri. Si recò almeno una volta a Parigi. Architetto e geometra, nel 1726, all'età di 21 anni, realizzò sotto la direzione dell'ingegnere Jacques-Barthélémy Micheli du Crest un piano catastale dettagliato di Ginevra (detto "piano B."), di ottima qualità, in 34 tavole e con un piano globale. Fu l'autore di parecchi altri progetti urbanistici o piani catastali realizzati su domanda del governo ginevrino, di cui era in pratica il geometra ufficiale. Rappresentante locale dell'architettura classica franc., eseguì i piani di diversi edifici pubblici e privati, tra cui il palazzo dell'ambasciatore di Francia nel 1743 (Grand-Rue 11), la casa Naville nel 1743 (rue des Granges 8), la casa Cayla nel 1750-51 (Taconnerie 10). Intervenne in qualità di esperto in tutti i grandi cantieri pubblici del secondo quarto del Settecento. La sua notorietà oltrepassò le frontiere della Repubblica di Ginevra: B. fornì, ad esempio, i piani della chiesa rif. di Yverdon (1753-57). Proveniente dall'ambiente dei maestri muratori, B. incarnò una nuova generazione di professionisti, a metà strada tra i costruttori e gli eruditi facoltosi che coltivavano la passione per l'architettura.

Riferimenti bibliografici

  • Piano Billon presso AEG
  • AA. VV., Plan Billon, 1726, 2 voll., 1986-1987
  • M. Grandjean, Les temples vaudois, 1988, 179-192
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.10.1705 ✝︎ 9.9.1778