de fr it

GuillaumeDelagrange

1664 ca., 7.3.1733 Losanna, rif., di Bussy (Borgogna), cittadino di Losanna dal 1701. Figlio di Pierre, falegname, e di Marie Calais. 1) (1696) Jeanne-Françoise Cottonet; 2) (1716) Marie-Madeleine Rosset. Assieme al padre si rifugiò, per motivi religiosi, dapprima a Vevey (1687) e in seguito a Losanna. Noto anche come falegname e tornitore (1687-1719), D. viene menz. quale architetto e ingegnere dal 1711. Le sue opere più conosciute sono chiese, in particolare quelle con coro a tre lati di S. Lorenzo a Losanna (1716-19) e di Dommartin (1733-34), la cui forma ottogonale e allungata è più tipicamente rif. D. prese parte alla costruzione dei grandi castelli di Vullierens (1715-17) e di Saint-Saphorin-sur-Morges (1728-30 ca.). A lui si devono probabilmente anche i castelli di Orny (1727) e di Pampigny (verso il 1731), edifici fortificati a due torri. D. contribuì in modo determinante alla costruzione dell'Hôtel des Bains d'Yverdon (1732). In ambito urbano, oltre alle abitazioni losannesi di stile classico del primo terzo del XVIII sec., la cui attribuzione è ancora incerta, e alla terrazza della cattedrale (1716), realizzò la Cour-au-Chantre a Vevey (1725-29) e il palazzo com. di Saint-Maurice (1727-32). D. edificò anche case parrocchiali (tra cui quella di Chexbres, 1730-31) e costruzioni utilitarie quali gli edifici delle saline di Bex (1718).

Riferimenti bibliografici

  • MAS VD, 1, 1965; 3-5, 1979-1998
  • Le Refuge huguenot en Suisse, cat. mostra Losanna, 1985, 239-245
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1664 ✝︎ 7.3.1733