de fr it

FrançoisFranque

7.2.1710 Avignone, 28.10.1793 Parigi. Figlio di Jean-Baptiste, architetto franc. Ammesso nel 1732 all'Acc. di Francia a Roma, fu membro dell'Acc. reale di architettura dal 1755. Principale architetto della Francia meridionale nel terzo quarto del XVIII sec., nel 1763 giunse in Svizzera per progettare il castello di Hauteville (com. Saint-Légier); voluto da Pierre-Philippe Cannac, ex direttore della compagnia delle carrozze di Lione, l'edificio fu costruito nel 1765 sotto la direzione di Donat Cochet, architetto lionese. Nel 1764 realizzò i piani del castello di Grand Clos a Rennaz, che apparteneva ad Abraham Guillard, genero di Cannac e commerciante a Lione, e, molto probabilmente, quelli del castello di Villars a La Tour-de-Peilz, di proprietà del colonnello Jean François Guillaume Courvoisier, imparentato con i Guillard e con Cannac. L'opera di F. in Svizzera è caratterizzata da una disposizione originale e monumentale dei diversi corpi degli edifici (lunghe ali prospicienti la corte d'onore a Hauteville, padiglioni laterali a Villard, successione di due corti a Rennaz) e dalla decorazione, realizzata con la tecnica del trompe l'œil, delle facciate in stile Luigi XVI, particolarmente ricca a Hauteville. Nella disposizione interna dei locali non si ritrova invece la grande perizia che era valsa a F. la sua fama.

Riferimenti bibliografici

  • M. Grandjean, «L'hôtel de ville d'Yverdon et son logis», in RHV, 1984, 64 (con bibl.)
  • M.-A. Férault, «Une œuvre inconnue de F. II Franque: le château de Bry-sur-Marne», in Bulletin monumental, 149, 1991, 299-315
  • M. Grote, F. Pajor, «Noville et Rennaz», in Noville & Rennaz, a cura di F. Baatard et al., 2004, 314 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ≈︎ 7.2.1710 ✝︎ 28.10.1793