de fr it

vonWerdenberg

Fam. dell'alta nobiltà attestata tra il XIII e il XVI sec., i cui beni e diritti si estendevano dal lago di Walenstadt fino al Vorarlberg e dalla Rezia fino all'alta Svevia. I von W. furono un ramo della fam. comitale dei von Montfort, da cui si staccarono gradualmente tra il 1245 ca. e il 1260. Capostipite è considerato Rudolf von Montfort, che nel 1243 figurava in Italia al seguito dell'imperatore e a Coira alla testa della nobiltà retica. Suo fratello minore Hugo (1255) rilevò i possedimenti dei von Montfort sulla riva destra del Reno, mentre Rudolf si concentrò sul Sarganserland e sul Gonzen, da dove era possibile controllare il traffico verso l'Arlberg e l'Italia. Dopo la morte di quest'ultimo, avvenuta tra il 1243 e il 1247, la vedova Clementa von Kyburg e i figli Hartmann (menz. 1254-65) e Hugo (menz. 1254-80) consolidarono la signoria in questa regione, creando i centri signorili di Sargans (1250) e Werdenberg (prima del 1260) e istituendo un'amministrazione propria. Clementa e i suoi figli, contrariamente ai von Montfort, perseguirono una politica di opposizione agli Hohenstaufen, in linea con quella dei von Kyburg. La separazione dalla fam. di origine venne portata a termine tra il 1258 e il 1260, quando a Hartmann e Hugo fu attribuita la loro parte dei possedimenti e dei ministeriali lasciati dai von Montfort. Poco dopo i fratelli divisero anche l'eredità dei genitori dando vita entro il 1290 ca. ai due rami principali von W.-Heiligenberg e von W.-Sargans. Dopo il 1264 e fino agli anni 1380-90, i von W. fecero parte della cerchia più ristretta attorno ai sovrani asburgici e alla loro signoria territoriale. Contribuirono a una spartizione dell'eredità dei von Kyburg favorevole agli Asburgo, che in cambio li aiutarono ad acquisire la signoria di Heiligenberg presso Überlingen (1277). Fino alla fine del XIV sec. ricoprirono spesso cariche imperiali e dall'inizio del medesimo sec. ebbero successo quali imprenditori militari. Fino al 1300 ca. i von W.-Sargans detennero la signoria di Greifensee, proveniente dall'eredità dei von Rapperswil e passata ai von Kyburg, e designarono gli amministratori di Walenstadt. Dopo il 1300, in seguito a un'unione matrimoniale con i von Burgau dell'alta Svevia, ne ereditarono sia l'omonima signoria presso Ulma che Schmalegg presso Ravensburg. In seguito si rese autonomo il ramo dei Sargans-Trochtelfingen-Albeck, da cui si separò a sua volta quello di Albeck. Grazie all'appoggio dato al vescovo di Coira nella cosiddetta faida dei von Vaz (1335) e al matrimonio con l'erede dei baroni von Vaz, nel 1338 i von W.-Sargans ottennero dal vescovo i feudi di questi ultimi nella Rezia superiore, fra cui la contea di Schams con il Rheinwald e la Bärenburg, la val Safien, lo Schanfigg e il castello di Ortenstein in Domigliasca, centro dei loro possedimenti fino al 1516. Nel 1342, con la spartizione dei beni fam., la linea dei von W.-Sargans-Vaz acquisì, oltre all'eredità dei von Vaz, la parte della contea di Sargans sulla sponda sinistra del Reno, mentre al ramo dei von W.-Sargans-Vaduz spettò quella sulla sponda destra, con le fortezze di Vaduz, Blumenegg e Nüziders. Negli anni 1390-1400 la fam. fu vieppiù sottoposta alla pressione dell'Austria, i cui interessi territoriali si indirizzavano verso la valle del Reno. Nella cosiddetta faida dei von W., nella quale l'Austria si era alleata con il vescovo di Coira Hartmann von W. (->) e i von W.-Sargans contro i von W.-Heiligenberg, questi ultimi persero quasi tutti i loro possedimenti, eccetto W. Il ramo dei von W.-Sargans, in difficoltà finanziarie, si vide costretto a dare in pegno all'Austria la contea di Sargans (1396). Poco più tardi cedette Rheineck, Altstätten e il baliaggio imperiale nel Rheintal e si ritirò nelle sue signorie della Rezia superiore. Solo dopo la fine della Vecchia guerra di Zurigo parti di queste signorie tornarono per un breve periodo ai von W.-Sargans, ma tra il 1460 e il 1483 furono vendute con la maggior parte dei possedimenti, spec. ai von Waldburg, loro parenti. Maggior fortuna ebbe la linea dei von W.-Sargans-Trochtelfingen nell'alta Svevia, dove si estinse nel 1534.

Riferimenti bibliografici

  • GHS, 1, 187-234, 409-412, 414 sg.; 3, 406 (con genealogia)
  • H. Frommelt (a cura di), 1342: Zeugen des späten Mittelalters, 1992
  • R. Sablonier, «Graf Hartmann sol ze tail werden Vadutz: der Werdenberger Teilungsvertrag von 1342», in JbFL, 92, 1994, 1-36
  • K. H. Burmeister, «Die Grafen von Werdenberg», in Montfort, 58, 2006, 121-143
  • F. Rigendinger, Das Sarganserland im Spätmittelalter, 2007
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF