de fr it

dePalézieux

Fam. nobile del Paese di Vaud, cit. dal XII sec. nei documenti relativi all'abbazia di Hautcrêt, che menzionano in particolare un certo Garnier (1155). La signoria di P. era situata in posizione strategica fra la valle della Veveyse e quella della Broye, controllando il passaggio fra il bacino lemanico e l'Altopiano. I P. detenevano pure alcuni diritti nel Jorat e a Lavaux così come l'avogadria sul priorato benedettino di Lutry. Con il decesso di Guillaume I alla metà del XIII sec., la fam. si suddivise in più rami. Pierre ottenne i diritti nel Jorat e a Lavaux, mentre Hugues (->) ricevette la signoria di P. Vassalli in un primo tempo del vescovo di Losanna, i P. passarono al servizio dei Savoia sin dal loro arrivo nel Paese di Vaud nel XIII sec. La loro brillante ascesa sociale è illustrata dalla carriera di Hugues, di cui è attestata regolarmente la presenza assieme al fratello Guillaume, priore di Lutry, nella cerchia savoiarda. La fam. non riuscì però a mantenere tale posizione e alla fine del XIII sec. i figli di Hugues, Guillaume e Girard, caddero in rovina. Nel 1285 la vedova e il fratello di Guillaume furono costretti a rivendere al conte Filippo I di Savoia i loro diritti su Cudrefin. Nel 1302 la signoria avita fu venduta a Nicolas de Billens, mentre il castello di Glérolles venne acquistato dal vescovo di Losanna nel 1303. Nello stesso periodo i diritti posseduti dall'altro ramo fam. vennero ceduti ai Savoia-Vaud e al vescovo di Losanna. Stando a un'ipotesi non confermata, i P. dit Falconnet - fam. cittadina di Vevey, dove si era stabilita nel XIV sec. - sarebbero dei discendenti in linea maschile del casato.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ACV
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 1, 735
  • HS, III/1, 806, 816 sg.
  • E. de Palézieux, La famille de Palézieux dit Falconnet, 1988
  • J.-D. Morerod, Genèse d'une principauté épiscopale, 2000, 325-327, 388
  • B. Andenmatten, La maison de Savoie et la noblesse vaudoise (XIIIe-XIVe s.), 2005, 85-87, 358