de fr it

vonDüdingen

Fam. friburghese di uomini liberi e di ministeriali, il cui primo membro conosciuto, Albertus, è menz. nel 1180 come testimone negli atti dell'abbazia di Hauterive. Vassalla dei conti von Thierstein, aveva molti possedimenti fra la Sarina e la Sense, in particolare a D. e nei dintorni. I von D. divennero importanti cittadini di Friburgo; loro luoghi di sepoltura furono Hauterive oppure, nella città di Friburgo, i conventi dei cordiglieri e degli agostiniani. Alcuni von D. divennero cittadini di Berna. Nel 1250 la fam. si divise in due rami. Il ramo maggiore, fondato da Rudolf, portava il nome e lo stemma dei von D. I suoi discendenti ricoprirono cariche importanti, tra cui quella di scoltetto con Wilhelm (1396-98) e Hensli (->, 1398-1403). Tra il 1323 e il 1356, i von D. detennero in feudo dai Savoia la signoria di Grasburg. Nell'alto Simmental possedevano le signorie di Laubegg e di Mannenberg (1356-78, acquistata al conte Pierre de Gruyère). Il ramo primogenito si estinse alla fine del XIV sec. La linea cadetta venne fondata da Peter che, unitosi in matrimonio con Aline, l'ultima rappresentante dei Velga, ereditò tutti i beni di questa fam., ubicati fra Wünnewil e Heitenried. La generazione seguente adottò lo stemma e il nome dei Velga e diede alla città di Friburgo sette scoltetti fra il 1353 e il 1503. Il castello di Velga era posto sul lato settentrionale della gola del Gottéron, nei pressi di Friburgo. Dorothée, l'ultima della stirpe, sposò Hans Rudolf von Erlach (1504-1553), cui portò in dote tutti i beni della sua fam.

Riferimenti bibliografici

  • NEF, 15, 1881, 32-36
  • M. de Diesbach, «La famille de Duens», in Ann. frib., 1, 1913, 241-243
  • H. de Vevey, «Armorial de la noblesse féodale du Pays allemand de Fribourg», in Aar.S, 50, 1936, 8-11