de fr it

vonBüttikon

Casato argoviese di ministeriali attestato dal XII al XVI sec., menz. nel 1173 solo dopo l'estinzione dei conti von Lenzburg, sotto cui doveva aver raggiunto posizioni di prestigio: in quell'anno Johannes von Botinchouen risulta il primo testimone fra i ministeriali in un documento dell'imperatore Federico I per il capitolo di Beromünster. Si ignora quale fosse in origine la natura dei rapporti dei B. con la località omonima; dal XIII sec. risiedettero nella fortezza di Wikon, presso Zofingen; proprietari di terreni molto sparsi (soprattutto a B., Seengen, Hallwil e Rued ma anche a Kölliken, Dagmersellen e Brittnau), nel XIV sec. ottennero anche i diritti di patronato su Oberwil bei Büren e nel 1345 la fortezza di Schenkon. Un ramo risiedette a Ufhusen; vari esponenti dimorarono a Zofingen, Lucerna, Berna e Basilea.

Nel XIV sec. vari membri della fam. furono attivi al servizio degli Asburgo: Ulrich fu maestro di corte ducale (1310) e suo figlio Johannes balivo di Rothenburg (dal 1346), consigliere ducale (1354) e balivo austriaco in Argovia e Turgovia (1357) nonché nella Foresta Nera (1361). Hartmann e Ulrich caddero a Sempach nelle file austriache (1386). Nel 1373 Rudolf ottenne dal conte Rodolphe IV de Neuchâtel il feudo di Wikon, dove nel 1415 capitolò di fronte ai Bernesi. Fra i numerosi membri della fam. che intrapresero una carriera ecclesiastica si ricordano Werner, commendatario di Thunstetten (1280), Ulrich, abate di Sankt Urban, convento sostenuto dalla fam. (1304-08), Rudolf, commendatario di Hohenrain (1340) e di Biberstein (1344), Markwart, commendatario di Herzogenbuchsee (1382) e di Reiden (1391), Johannes (I) e Johannes (II), entrambi prepositi di Zofingen (1323-60 e 1382-87) e di Schönenwerd (1336-60, 1363-87), Agnes, badessa di Frauenthal (1373-82), e Adelheid, badessa di Ebersecken (1384). La fam. istituì donazioni per messe annuali di suffragio fra l'altro a Soletta e a Interlaken. Un affresco che raffigura lo stemma dei B. si trova nella chiesa della città di Bienne.

Fra il XIII e il XV sec. il rango sociale della fam. si esprime in vincoli matrimoniali contratti con influenti fam. argoviesi, bernesi e basilesi. Thüring, condottiero bernese nelle guerre di Borgogna, nel 1476 vendette Wikon a Lucerna; suo figlio Georg nel 1516 alienò metà della giurisdizione di Brittnau a Berna. Il fratello minore di quest'ultimo, Jakob, cadde in Italia (alla Bicocca) nel 1522; l'ultimo dei B., un figlio minorenne di Georg, morì nel 1558.

Riferimenti bibliografici

  • GHS, 3, 360-401, 418 (tav. genealogiche e sfragistiche)
  • HS, II/2, III/3
  • C. Hesse, St. Mauritius in Zofingen, 1992

Suggerimento di citazione

Peter Kaiser: "Büttikon, von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.01.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/019618/2005-01-24/, consultato il 22.06.2024.