de fr it

vonLiebenbergministeriali imperiali

La rovina della fortezza di Liebenberg, situata presso Mönchaltorf, nella frazione di Brand. Acquerello di Hans Erhard Escher, 1673 (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).
La rovina della fortezza di Liebenberg, situata presso Mönchaltorf, nella frazione di Brand. Acquerello di Hans Erhard Escher, 1673 (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv). […]

Fam. di ministeriali imperiali del XIII sec., in origine probabilmente al seguito dei von Zähringen; attorno al 1100 risiedevano nei dintorni di Rheinfelden e Sciaffusa. I primi esponenti noti sono Heinrich, menz. nel 1209 come arbitro in una lite che coinvolse Rheinau, e Konrad, cit. nel 1217 come testimone per l'abate di San Gallo. Favorevole agli Hohenstaufen, la fam. sostenne una politica avversa a quella dei conti von Kyburg. Ulrich, probabilmente figlio di Konrad, è attestato nel 1243 come ministeriale imperiale e burgravio di Rheinfelden e nel 1249 come vassallo di re Guglielmo. Su pressione dei von Kyburg, nel 1238 Heinrich cedette i suoi beni, situati soprattutto nel nord del cant. Zurigo e nella regione di Sciaffusa, alla moglie Berta, in modo che i fratelli non potessero entrarne in possesso. Nel 1241 egli donò una parte di questi beni al convento di Töss, che ottenne anche le altre proprietà della fam. dopo la morte di Berta.

Riferimenti bibliografici

  • E. Zehnder, «Die Burg Liebenberg im Brand und ihre Besitzer», in Zürcher Chronik, 1957, 80-85
  • Sablonier, Adel, 65, 67, 113 sg.
  • E. Eugster, Adlige Territorialpolitik in der Ostschweiz, 1991, 101-109