de fr it

ErasmusRitter

Prospetti e sezioni del progetto del Grande arsenale di Berna, realizzato dall'architetto bernese nel 1757 (Burgerbibliothek Bern, Mss.h.h.XXIa.92.3, f. 38).
Prospetti e sezioni del progetto del Grande arsenale di Berna, realizzato dall'architetto bernese nel 1757 (Burgerbibliothek Bern, Mss.h.h.XXIa.92.3, f. 38). […]

4.6.1726 Berna, 30.6.1805 Berna, rif., di Berna. Figlio di Johann Jakob, medico cittadino, e Johanna Catharina Lerber. Fratello di Johann Jakob (->). (1765) Johanna Margaretha Knecht. Si formò come architetto e ingegnere (1739-47), tra gli altri con Albrecht Stürler a Berna e di Jean-Michel Billon a Ginevra. Compì studi orientati alla pratica, di tecnica ingegneristica e architettura a Kassel e Gottinga (1747-49) e frequentò l'Ecole des Arts di Parigi, dove fu allievo di Jacques-François Blondel (1749-54). Fece proprio il linguaggio architettonico neoclassico e approfondì le sue conoscenze ingegneristiche nel Bureau des dessinateurs du Roi con Jean-Rodolphe Perronet. Dal 1754 al 1756 compì un viaggio in Italia. Nella cerchia di Giovanni Battista Piranesi si dedicò a progetti di fantasia all'avanguardia e all'architettura disegnata e incisa con studi ispirati all'Egitto e all'ordine dorico. Tra il 1756 e il 1772 fu principalmente attivo come architetto e ingegnere a Berna. Tra i suoi edifici progettati e mai realizzati figurano il Grande arsenale a Berna (1757), la cattedrale di Losanna (1764-66) e la chiesa di S. Orso di Soletta (1760-63). Il ponte sulla Simme a Wimmis (1764-68) e la chiesa di Morges (1768-71) fallirono a causa della mancata supervisione dei lavori da parte di R. Progettò gli edifici privati della Herrengasse 23 (1760-64) e dell'Amtshausgasse 5 (1764-66) a Berna, la vecchia La Petite Rochette (1764-70) e l'Hôtel du Peyrou (1764-72) a Neuchâtel e le residenze di campagna Steiger a Tschugg (1765-75) e Luternau a Stuckishaus (1770-74). Dopo essersi candidato, senza successo, al posto di architetto ufficiale della città di Berna, dal 1772 gestì la dogana per le merci in transito e fu attivo come architetto solo occasionalmente. Coltivò i suoi interessi archeologici, dirigendo e sorvegliando i lavori di scavo ad Aventicum (1783-86). Fu membro della Soc. economica (dal 1761), della corporazione dei carpentieri di Berna (dal 1764) e di acc. estere.

Riferimenti bibliografici

  • Mémoire abrégé et recueil de quelques antiquités de la Suisse avec des desseins levés sur les lieux depuis 1783, 1788
  • T. Loertscher, E. Ritter (1726-1805), 1993
  • "Währschafft, nuzlich und schön", cat. mostra Berna, 1994
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.6.1726 ✝︎ 30.6.1805