de fr it

ViktorMartin

Menzionato la prima volta nel 1608, a metà aprile del 1626 a Eschenbach (LU), catt., di Feldkirch. (1609) Anna Richard, di Beromünster. Dimorante (1611) e in seguito cittadino di Beromünster. Scultore in pietra, scalpellino e architetto con una perfetta padronanza delle forme gotiche e rinascimentali, realizzò fra l'altro la chiesa parrocchiale e di pellegrinaggio di Beinwil nel Freiamt (1619-20), il convento dei cappuccini (1620) e l'edificio conventuale del convento di S. Chiara (1623) a Bremgarten (AG), la parrocchiale di Beromünster (1623-24) e la chiesa e il convento di Eschenbach (LU, 1625-26). Suo figlio Jakob fu attivo a Sursee (1631), Unterlunkhofen (1636) e Bremgarten (1640-41); l'altro figlio, Thomas, fu architetto del capitolo di Beromünster e dal 1682 lavorò nel convento di Muri assieme a Viktor, abiatico di M.

Riferimenti bibliografici

  • StALU
  • MAS LU, 4, 1956; 5, 1959; 6, 1963; n.s. 1, 1987
  • MAS AG, 4, 1967, 5, 1967
  • P. Felder, Barockplastik der Schweiz, 1988, 262
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione 1608 ✝︎ a metà aprile del 1626

Suggerimento di citazione

Germann, Georg: "Martin, Viktor", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.12.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/019897/2009-12-08/, consultato il 30.11.2020.