de fr it

RobertRoller

17.5.1805 Erzingen (Württemberg), 2.5.1858 Burgdorf, evangelico, cittadino ted., dal 1851 di Burgdorf. Figlio di Johann Christian, pastore rif., e di Friederike Luise Franziska Hobbhahn. Luise Wilhelmine Appenzeller, di Gais. Fu ispettore edile a Stoccarda (1823-26) presso Giovanni Salucci, architetto di corte, e poi, tra l'altro, a Francoforte sul Meno presso Rudolf Burnitz il Vecchio. Compì viaggi di studio, anche in Italia (1829-30). Ispettore edile a Burgdorf (1831-43), divenne in seguito architetto indipendente. Realizzò numerosi edifici a Burgdorf (orfanotrofio, 1832; ospedale cittadino, 1837; magazzino del formaggio della ditta Fehr, 1853) e la ristrutturazione della sala del Gran Consiglio bernese (1832-35, con Alexander Köhli) e la locanda Zum Bären a Büren an der Aare (1845 ca.). Nel 1841 divenne ispettore edile di Berna. Perito e membro di giuria (nel 1850 per il Palazzo fed.), diresse temporaneamente una vera e propria scuola di architettura, dove si formarono, tra l'altro, suo figlio Robert (->) e Friedrich Ludwig von Rütte. Il suo stile fu improntato a un classicismo Biedermeier moderato, con elementi discreti ispirati allo storicismo e allo stile chalet.

Riferimenti bibliografici

  • come curatore, «Das Tagebuch einer italienischen Reise, 1829-1830», in Burgdorfer Jahrbuch, 29-31, 1962-1964
  • Architektenlex., 452
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.5.1805 ✝︎ 2.5.1858