de fr it

deCourtelary

Fam. nobile del villaggio di C., i cui due rami si distinguono grazie ai loro soprannomi: i Compagnet (1317-1453) e, i più importanti, gli Aler (Haller, Allard; dal 1297). Menz. dal 1173, i de C. si stabilirono a poco a poco, e secondo le alleanze, a Bienne e nei suoi dintorni, La Neuveville, nel Seeland e nella contea di Neuchâtel. I de C. detennero le cariche di maior di Bienne (Henry nel 1345, Ulrich nel 1356, Jean nel 1381 e Richard nel 1429), di balivo di Erlach (Jean nel 1422), di castellano dello Schlossberg (Ulrich nel 1372, Ulrich nel 1438 e Jacques, ->) e infine di castellano di Le Landeron (Ulrich nel 1414 e Jean dal 1439 al 1465). Diversi membri della fam. furono monaci a Fraubrunnen, Frienisberg e a Bellelay, altri furono canonici a Saint-Imier, Saint-Ursanne e a Neuchâtel. La fam. si estinse nel 1559 con Bourcard, capitano al servizio della Francia. Nel 1653 Johann Heinrich Thellung, balivo dell'Erguel, riprese il nome di de C. dopo che l'imperatore Ferdinando III gli ebbe attribuito il titolo nobiliare (1615-90).

Riferimenti bibliografici

  • O. Clottu, «Les nobles de Courtelary», in Aar.S, 53, 1966, 42-52