de fr it

Matter

Fam. della città di Berna. Dopo Meinrad, caduto nella battaglia di Wimmis (1286), e alcuni altri esponenti del XIV sec., nel 1400 ca. compare nei documenti Johann, membro del Gran Consiglio, capostipite dei M. La sua appartenenza alla corporazione dei pellicciai (zum Mittellöwen), come la maggioranza dei suoi discendenti, lascia supporre che in origine i M. furono una fam. di conciatori, arricchitasi notevolmente grazie al commercio. Peter (1422), figlio di Johann, anch'egli membro del Gran Consiglio, acquistò le signorie di Bottigen nell'Oberhasli e di Hüningen. Johann (1444), nipote di Peter, membro del Gran Consiglio e scoltetto di Thun, morì quale capitano nella battaglia di San Giacomo sulla Birsa. La fam. raggiunse il suo culmine con Heinzmann (1465), fratello di Johann, accolto nella soc. dei nobili zum Narren und Distelzwang, e soprattutto con Heinrich (->), suo figlio, ultimo esponente maschile del casato. Nel Twingherrenstreit del 1471 Heinrich si schierò dalla parte dei nobili che violarono le leggi suntuarie. Fu nominato scoltetto di Berna nel 1496 e l'anno successivo ottenne il titolo di cavaliere in occasione del viaggio a Roma di re Massimiliano I. Testimonianza dell'elevata posizione sociale dei M. sono pure le loro alleanze matrimoniali con fam. dell'oligarchia bernese (Tschachtlan, Zigerli von Ringoltingen, von Muleren e von Diesbach), con i de Villarzel, nobili di origine vodese, e con i Velga e i d'Affry, esponenti dell'élite politica friburghese.

Riferimenti bibliografici

  • von Stürler, Geschlechter, 2, 375-386
  • von Rodt, Genealogien, suppl., 215-219