de fr it

d'Orvin

Fam. nobile giurassiana, menz. la prima volta nel 1223 con Ulricus, miles de Ulvingen (ovvero di O.). Fu proprietaria di beni e servi della gleba a O., dove deteneva in feudo anche terre del principato vescovile di Basilea. Non si sono conservati resti del loro castello. Vassalli pure dei conti de Neuchâtel, i signori d'O. possedevano una casa a Nidau nonché terre e rendite sulle rive del lago di Bienne. Jean, donzello e poi scudiero, è cit. nel 1346 quale cofondatore della chiesa di Nidau. In seguito all'estinzione della fam. verso la fine del XIV sec., i beni dei d'O. passarono ai d'Orsans, signori di Rondchâtel.

Riferimenti bibliografici

  • A. Michaud, Contributions à l'histoire de la seigneurie d'Orvin, 1923 (rist. 1980)
  • P. Léchot, «Orvin, petit monde à part», in Actes SJE, 1965-1966, 345