de fr it

vonMeggen

Fam. estinta, un tempo appartenente al ceto dirigente della città di Lucerna, cit. la prima volta nel 1275 con Petrus, al seguito dei baroni von Rothenburg. Nel 1298 i von M. erano commercianti a Lucerna. Le fonti attestano l'esistenza di due rami principali, la cui origine comune è suggerita unicamente dalla particella nobiliare "von".

Il primo ramo, appartenente alla piccola nobiltà, risiedette inizialmente a Rothenburg e nel XIV e XV sec. fu imparentato con i cavalieri von Littau, la fam. di Consiglieri zurighesi Thyo e gli scudieri von Hunwil e von Heidegg. Dopo la guerra di Sempach, nel 1386, i suoi esponenti si trasferirono definitivamente a Lucerna. Johannes (✝︎1390/91) si legò per via matrimoniale alla fam. dei von Littau, già in via di estinzione, ed entrò in possesso della signoria di Littau. L'ultimo discendente maschile, Burkard, entrò nell'ordine domenicano (1466) e lasciò i diritti di signoria al cognato Berhard Sürli, Consigliere basilese e cavaliere, che a sua volta li vendette alla città di Lucerna (1481). Con Konrad (1503), membro del Piccolo Consiglio, si estinse anche il ramo collaterale.

Il secondo ramo, di origini borghesi, risale allo scoltetto Werner (->). I suoi esponenti, inizialmente conciatori, acquisirono il rango nobiliare dopo il 1500 grazie all'attività nel commercio a lunga distanza (Milano, Venezia), all'entrata nel Piccolo Consiglio e alle alleanze matrimoniali. Il ramo si divise in due linee: la prima fu avviata dal figlio maggiore Heinrich (1461); da quest'ultimo discesero Hans (1460), membro del Piccolo Consiglio, e Petermann (->), scoltetto, seguito nel Piccolo Consiglio, in sequenza, dai tre figli Johans (1497), Peter (1517) e infine Werner (->), scoltetto e cavaliere. I figli di Werner furono Leodegar (prima del 1581), figlio illegittimo, Jost (->), membro del Piccolo Consiglio, capitano delle guardie e cavaliere, e infine Kunigunde (1564), che sposò il cavaliere Albrecht Segesser von Brunegg. Leodegar assicurò continuità alla fam., ma il ramo subì un declino sociale e si estinse con Maria Verena Pfyffer-von M. (1675-1716).

Il figlio minore del capostipite Werner, il commerciante Klaus (1475), diede origine alla seconda linea borghese della fam. Klaus fece sposare i figli Eglolf (1466) e Werner (->), scoltetto, entrambi attivi nel commercio intern., con donne appartenenti a fam. del patriziato cittadino e di commercianti delle città di Costanza e Sciaffusa. Il figlio di Werner, lo scoltetto Niklaus (1564), nobilitato da Carlo V nel 1521, fu l'ultimo esponente di questa linea.

Riferimenti bibliografici

  • StALU