de fr it

vonSalenstein

Fam. di cavalieri della Turgovia dell'XI-XIV sec. al servizio del convento di Reichenau. Strettamente imparentata al clan nobiliare dei von Steckborn, von Gerlikon, von Wellenberg e Riedern, il nucleo dei possedimenti della fam. si trovava a S. (fortezza) ed Ermatingen (diritti di patronato); i von S. possedevano inoltre delle proprietà sparse sulle rive del bacino inferiore del lago di Costanza (Untersee) nonché i baliaggi di Basadingen e Rudolfingen (fino al 1260). Primo esponente noto è Albrecht, menz. come testimone nel 1092 e 1094 in documenti del convento di S. Giorgio (Foresta Nera). Dal 1197, un altro Albrecht, menz. dal 1194 al 1221, fu coppiere nel convento di Reichenau - carica in seguito ricoperta dai suoi discendenti. Al suo apogeo nel 1260 ca., la fam. possedeva case a Diessenhofen, Costanza, Sciaffusa, Engen (Hegau) e Zurigo. Perse la sua importanza nel XIV sec. Nel 1375 Diethelm (menz. dal 1344, 1380) vendette la fortezza fam. ai von Helmsdorf. Sua figlia, Ultima Amalia, è cit. l'ultima volta nel 1387 quale monaca del convento di Schänis.

Riferimenti bibliografici

  • E. Herdi, «Die Schenken und die Dienstmannen von Salenstein», in ThBeitr., 80, 1944, 47-59
  • Sablonier, Adel, 62, 67, 76, 108-111, 195

Suggerimento di citazione

Leonhard, Martin: "Salenstein, von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.01.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/020313/2012-01-12/, consultato il 01.10.2020.