de fr it

Franz JosephDietschy

19.3.1770 Pfaffenberg (Austria anteriore, dal 1975 fa parte del com. di Zell im Wiesental, Baden-Württemberg), 26.8.1842 Schinznach Bad, catt., dal 1792 di Rheinfelden. 1) Waldburga Leo, di Säckingen (Foresta Nera); 2) Anna Maria Tschudin, di Wittnau. Di fam. povera e con una formazione scolastica limitata, dal 1791 ca. D. fu commerciante di maiali a Rheinfelden. Nel 1799 acquistò la locanda Zum Salmen unitamente ai diritti di fabbricare birra, poi commerciata su un vasto territorio. Investì i guadagni in grandi proprietà terriere. I suoi discendenti trasformarono la "birreria del Salmen" in una grande industria (più tardi Cardinal, poi Feldschlösschen). Fu municipale (dal 1814) e sindaco (1826-38) di Rheinfelden, membro del Gran Consiglio argoviese (1816-42) e della Costituente cant. (1831). Uno degli uomini più importanti del Fricktal, D. si impegnò sul piano locale per migliorare il sistema scolastico, su quello cant. per l'integrazione della sua valle e per la tolleranza nelle questioni religiose.

Riferimenti bibliografici

  • G. A. Frey, F. J. Dietschy und seine Zeit, 1934
  • H.R. Schmid, «F. J. Dietschy», in Schweizer Pioniere der Wirtschaft und Technik, 15, 1964, 9-30
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.3.1770 ✝︎ 26.8.1842