de fr it

Asinari

Fam. originaria di Asti (I), dove era già ricca e potente nel XII sec. A partire dal 1265 alcuni suoi membri aprirono diversi banchi di prestito in Borgogna. La loro attività si estese poi alla Francia, ad alcune città dell'Altopiano sviz., alla Germania e alle Fiandre. Socio di Manuel Thome e Nicola Alfieri, Georges fu attivo come prestatore a Friburgo dal 1295; nel 1303 egli era menz. quale cittadino di Friburgo. La banca era ancora attiva nel 1310, come conferma un censo di 60 lire versato alla città dai tre soci. Nel 1336, tre membri della fam. A., Georges (il medesimo?), Rufin e Aymonet furono ammessi alla cittadinanza di Friburgo per 20 anni; tuttavia verso il 1353 solo Aymonet sembra risiedesse ancora in città. Associato saltuariamente a Francesco de Medici, di Chieri (I), concesse numerosi prestiti tra il 1356 e il 1359. Un altro membro della fam., Pierre, è pure menz. quale cittadino di Friburgo nel 1356. Dal 1358 Aymonet trasferì probabilmente la sua attività a Ginevra, dove proseguì la collaborazione con Francesco de Medici, che già viveva a Ginevra da almeno dieci anni. La loro banca, e in particolare il banco di Annecy, diretto da Georges e Conrad, ebbe numerose relazioni d'affari con l'amministrazione savoiarda e con i banchi di prestito della regione. La fam. era ancora presente a Ginevra nel XV sec.: Barthélémy, abiatico di Aymonet, fu syndic della città nel 1435 e nel 1448; Amédée figurava nel 1457 tra i più importanti contribuenti cittadini. Un ramo della fam. lasciò Friburgo e si stabilì a Morat; dal 1392 al 1401 Oddonino (verso il 1417) fu castellano di Morat. Menz. come gentiluomo dal 1396, sposò prima del 1401 Catherine, abiatica di Manuel Thome. Il loro figlio Rodolphe vendette nel 1422 i diritti che la fam. possedeva ancora nei dintorni della città. Dopo questa data, gli A. non sono più menz. nella regione.

Riferimenti bibliografici

  • J. J. Amiet, «Die französischen und lombardischen Geldwucherer des Mittelalters, namentlich in der Schweiz», in JSG, 1-2, 1876-1877
  • P. Aebischer, «Banquiers, commerçants, diplomates et voyageurs italiens à Fribourg avant 1500», in RSS, 1927, 1-59
  • J. Bucher, «Murten im Spätmittelalter», in FGB, 59, 1974/1975, 121-123