de fr it

deChâtonnaye

Fam. di cavalieri con residenza nel villaggio omonimo, attestata per la prima volta nel 1248 con Jacques. La fam. si legò molto presto alla casa di Savoia: Jacques fu castellano di Romont (FR) nel 1308 e Conon vassallo dei signori di Montagny nel 1306; Jean e Guillaume furono giudici arbitrali nel 1304 risp. nel 1315. Nel 1327 Aymon I, castellano di Villarzel, e Jacques presero parte a una faida di Guillaume II de Montagny contro il vescovo di Losanna. Figli di Conon furono Aymon II, balivo vescovile nel 1344-45, attivo come inviato diplomatico e giudice arbitrale dal 1348 al 1380, e Barthélemi (1368), priore di Rougemont fra il 1348 e il 1358/65. Rodolphe, figlio di Aymon II e fratello di Jacques, attorno al 1390 acquisì attraverso il matrimonio con Marguerite de Fernay la signoria di Vuissens, dove risiedette in alternanza con Moudon (costruzione di una cappella privata). La linea maschile della fam. si estinse nel 1433 con Jacques, figlio di Rodolphe, sposato con Marguerite de Vulliens e, in seconde nozze, con Catherine de Menthon, signore di Vuissens dopo il 1418 e castellano di Romont (FR).

Riferimenti bibliografici

  • H. de Vevey, 142 généalogies de familles fribourgeoises, ms., 1935-1975 (presso BCUF)
  • K. ed E. Tremp-Utz, «Herrschaft und Kirche in Vuissens im Mittelalter und in der frühen Neuzeit», in FGB, 62, 1979/1980, 21-24
  • S. Jäggi, Die Herrschaft Montagny, 1989, 81 sg.
  • HS, III/2, 628 sg.