de fr it

deCollombey

Fam. di C., detta anche de Columberio, con possedimenti a C., Saint-Maurice, nella val d'Illiez e nella regione di Les Ormonts. Dalla metà del XIII sec. i de C. furono visdomini di C. e Monthey. Il primo esponente noto della fam., menz. nel 1131, fu Ulrich. Guillaume (menz. dal 1241 al 1252) fu visdomino di C., Henri (cit. nel 1279) di Monthey. Pierre è attestato quale canonico e sagrestano (1280-1313) dell'abbazia di Saint-Maurice. Al ramo di Saillon apparteneva il donzello Pierre (prima del 1342), confidente (familiaris) del vescovo di Sion e marito di Francisca de Avisio, della valle d'Aosta. Un altro donzello, Nantelme (1333/34), marito di Jacqueta di Chamoson, fondò il ramo dei Chamoson-Hérémence. La vendita del castello di C. da parte di Rolet (1348) e del visdominato di Monthey da parte di Jean (1387) segnò il declino della fam. Nel 1413 Guillaume designò propri eredi per via testamentaria i suoi nipoti delle fam. Brithonis e La Tour de Montagnier. Nel XV e XVI sec. i Brithonis si fecero spesso chiamare de C.

Riferimenti bibliografici

  • Walliser Wappenbuch, 1946, 65