de fr it

Herpinus

Menz. nella prima metà del VII sec. quale conte del pagus ultrajoranus (Altopiano occidentale) nel regno franco di Borgogna. Tali attestazioni si inseriscono nel contesto della resistenza che la nobiltà franco-burgunda, più volte vincitrice, oppose alla monarchia. La rivolta, che raggiunse l'apice nel 610/611, fu sostenuta dai maestri di palazzo romani. Nel quadro di queste lotte, aggravate dalle rivalità interne alla fam. reale, gli Alemanni del re franco Teodeberto II invasero il territorio del fratello di questi Teoderico II dirigendosi verso Avenches (610/611), che apparteneva al pagus ultrajoranus. Gli eserciti dei conti accorsi in difesa del pagus, tra cui Abelenus e H., subirono una pesante sconfitta nella battaglia di Wangen. Poco tempo dopo, insieme al patrizio Alethius e al vescovo di Sion Leudemundus, H. tentò di rovesciare il re franco Clotario II. Nell'impresa morì il duca franco Herpo, mentre un attentato al re sembra essere fallito.

Riferimenti bibliografici

  • P. E. Martin, La Suisse à l'époque mérovingienne, 1910, 195, 207-212
  • E. Tièche, «Fredegars Notiz über die Schlacht bei Wangen», in Museum Helveticum, 6, 1949, 1-18
  • E. Ewig, Die Merowinger und das Frankenreich, 1988, 119
Scheda informativa
Dati biografici Prima menzione nella prima metà del VII sec.