de fr it

Roderich

Conte nella Rezia, di origini ignote (considerato un guelfo da alcuni studiosi). Fu un oppositore del vescovo Viktor III a Coira, che fra l'823 e l'829 accusò R. davanti all'imperatore Ludovico il Pio di furto di beni della Chiesa, probabilmente nella stessa residenza vescovile. R. fu in aperto contrasto anche con la fam. del suo predecessore, il conte Hunfrid. Non vi è unanimità circa l'esatta collocazione cronologica di R., tanto più che si ipotizza una sua identità con un conte Ruadrih, che già Wetti (824), il visionario dell'isola di Reichenau, risp. il suo narratore Valafrido Strabone (ca. 825/826), riferisce di aver visto tra i malfattori nel purgatorio.

Riferimenti bibliografici

  • M. Borgolte, Geschichte der Grafschaften Alemanniens in fränkischer Zeit, 1984, 219-229
  • K. Schmid, «Von Hunfrid zu Burkard», in Geschichte und Kultur Churrätiens, a cura di U. Brunold, L. Deplazes, 1986, 193-207
  • R. Kaiser, Churrätien im frühen Mittelalter, 1998, 58-65

Suggerimento di citazione

Borgolte, Michael: "Roderich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.11.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/020812/2010-11-22/, consultato il 27.10.2020.