de fr it

Berchtold II vonZähringen

ca. 1050/55, 2.4.1111, nel convento privato di Sankt Peter (Foresta Nera) da lui fondato nel 1093. Figlio di Berchtold I. (1079) Agnes, figlia dell'antiré Rodolfo di Svevia. Cognato di Berchtold von Rheinfelden. Anche dopo la morte di suo suocero (1080) continuò, assieme a suo fratello Gebhard (->), vescovo di Costanza, a sostenere la causa degli avversari di Enrico IV. Con Gebhard attaccò l'abate di San Gallo, Ulrich von Eppenstein, conquistò la Brisgovia e riuscì a radicarsi nel sud e nel sud ovest della Svevia. Nel 1090 acquisì l'eredità dei von Rheinfelden, tra cui anche territori burgundi (tra il Giura e l'Aar). Nel 1092 fu elevato a duca di Svevia, in opposizione a Federico von Hohenstaufen. Rinunciò a questo ducato nel 1098, ottenendo in cambio il titolo di duca e i diritti dell'Impero a Zurigo, importante residenza ducale della Svevia. In un documento del 1100 per il convento di Allerheiligen è attestato per la prima volta come dux de Zaringen, dal nome della fortezza di fam. eretta in Brisgovia su un possedimento imperiale. Accordandosi con la casa reale salica e gli Staufer, duchi di Svevia, Z. riuscì a ottenere il riconoscimento di una nuova forma di "potere ducale senza ducato".

Riferimenti bibliografici

  • NDB, 2, 159 sg.
  • LexMA, 1, 2026 sg.
  • U. Parlow, Die Zähringer, 1999, 65-123
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Tremp, Ernst: "Zähringen, Berchtold II von", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 18.11.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/020839/2014-11-18/, consultato il 26.10.2020.