de fr it

Toblerfamiglia, AR

Fam. di Heiden, Wolfhalden, Grub (AR) e Trogen, i cui membri acquisirono notorietà spec. quali commercianti. Ulrich (1733), mugnaio benestante, dalla frazione di Untern (com. Heiden) si trasferì a Wolfhalden, dove, anche grazie al legame matrimoniale stabilito nel 1692 con i Pfeiffer (fam. di battellieri di Rheineck), si dedicò con ottimi risultati al commercio di grano, sale e filati. Sostenuti dagli Zellweger, due dei suoi figli proseguirono con successo il commercio di tessili e fondarono importanti dinastie di commercianti. La prima, il cui centro delle attività restò ad Appenzello Esterno, raggiunse il suo periodo di massima fioritura verso il 1800 con Johann Konrad (->) e Michael, funzionari cant.; entrambi fecero cospicue donazioni in favore di opere sociali e culturali. Un abiatico e un pronipote di Michael furono direttori di uno stabilimento di torcitura della seta a Balsthal. Nel 1768 la seconda linea si stabilì a Livorno. Un esponente di quest'ultima venne accolto nella nobiltà toscana (1852), altri emigrarono a San Francisco e Manchester, dove diressero importanti imprese commerciali. A un altro ramo di questa linea apparteneva Titus (->), medico e storico della cultura.

Riferimenti bibliografici

  • V. E. Zellweger, Chronik der Familie Tobler von Trogen, ms., 1934 (presso KBAR)
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 11, 573-587
  • E. Züst, Wolfhalden, 1997, 80 sg.
  • P. Witschi, Appenzeller in aller Welt, 1994, 207-209